Coaching per le donne – parte seconda

coaching2_meliani La complessità femminile è un universo meraviglioso costellato da grandi potenzialità e vere emozioni.
I vari ruoli di lavoratrice, compagna, mamma, figlia, portano spesso a vivere un multi tasking faticoso e limitante della vera “Essenza di Donna”. Per questo lo trovo affascinante e degno di sincero rispetto.

Sono sempre stata attenta alle tematiche femminili, dall’imprenditoria alla protezione per le donne; già durante i miei percorsi di studio come nel lavoro, mi sono resa conto della diversità di linguaggio, modalità ed espressione che esistono, come natura ha provveduto a fornire, tra gli uomini e le donne.

Inoltre molte donne fra i vari “sogni nel cassetto”, spesso accantonati per motivi familiari, hanno il desiderio di realizzare un proprio progetto imprenditoriale.
Come accade frequentemente la forte voglia di realizzazione si scontra con burocrazia ed ambiente sociale non sempre collaborativo; per questo, nella maggior parte dei casi, “ingraniamo quella marcia in più” tipicamente femminile che porta però ad un dispendio di forze non indifferente.

Dalla mia esperienza di coaching ho notato che infatti gli obiettivi più frequenti che le donne vogliono raggiungere hanno una forte relazione con quanto sopra descritto: “Voglio imparare ad amarmi di più” “Voglio migliorare la mia comunicazione in casa e nel lavoro” “Voglio imparare a saper dire di no” “Voglio saper gestire meglio le mie emozioni” “Voglio imparare ad essere meno stressata” “Voglio finalmente realizzare il mio progetto di lavoro”.

Probabilmente anche tu ti riconoscerai in qualcuna di queste affermazioni: beh tranquilla una buona notizia!; sono affermazioni normali naturali e quegli obiettivi si possono davvero raggiungere.